Semiotica delle MicroNazioni

Da WikiSemiotica.
Jump to navigation Jump to search

Semiotica delle MicroNazioni è una selezione di micronazioni (Tabella 1).

L'articolo è frutto di un meticoloso lavoro di ricerca e compilazione nel web.

Le immagini relative alle bandiere e agli stemmi delle micronazioni sono presenti nel database Wikimedia Commons[1] oppure nel database di Wiki Cultura.

Lo scopo dell'articolo è di offrire "materia prima" ad un successivo sguardo semiotico dei testi pertinenti ad ogni singola realtà.

(A cura di Renato Ongania)[2]

Definizioni e note metodologiche

Definizioni fuorvianti

Una revisione della bibliografia disponibile nell'ambito delle micronazioni ha determinato la centralità dell'opera di Graziano Graziani (Atlante delle micronazioni, Quodlibet Compagnia Extra, 2015), nella versione per Kindle del dicembre 2020.

Benché l'atlante orienti il lettore ad una buona selezione di micronazioni, si fonda su concetti definiti con una certa approssimazione.

Nell'introduzione Graziani scrive:

"Questo Atlante raccoglie le storie e le schede geografiche di paesi minuscoli che nessuno ha mai riconosciuto: le micronazioni. Di che tipo di entità politica parliamo? Secondo Wikipedia, una micronazione è «un’entità creata da una persona, o da un piccolo numero di persone, che pretende di essere considerata come nazione o stato indipendente, ma che tuttavia non è riconosciuta dai governi e dalle maggiori organizzazioni internazionali». Cosa la rende diversa, allora, da una secessione non riconosciuta come il Somaliland o la Transnistria, o dal principio di autodeterminazione dei popoli? Il fatto che non ci sono popoli da autodeterminare, innanzitutto, perché le micronazioni coinvolgono un numero limitato di persone; la loro estensione territoriale generalmente molto limitata; a volte, la loro natura eccentrica."[3]

La definizione di micronazione offerta da Wikipedia e ripresa da Graziani presenta un elemento che caratterizza l'entità chiamata "micronazione" del tutto fuoriviante. In particolare gli autori di Wikipedia attribuiscono agli ideatori / fondatori di una micronazione la pretesa di essere considerati come nazione o stato indipendente; in tale prospettiva l'ideatore di una micronazione, o più propriamente gli autori/fondatori, sono pre-giudicati come scollegati dalla realtà o "non in armonia" con le istituzioni, o ancora soggetti "anti-".

Una rapida analisi dei testi e dei metatesti contenuti nei siti web delle micronazioni e maggiormente nello storytelling narrativo della micronazione, smentisce buona parte di tale connotazione.

Ciò rende la definizione di micronazione proposta da Wikipedia una semplificazione grossolana, incompleta e in parte falsa.

Come si potrà analizzare mediante uno sguardo semiotico, vero approdo del presente articolo, non tutte le micronazioni pretendono di essere considerate come "nazioni o stati indipendenti" - vi è certamente una necessità di apparire tali, una simulazione, ma anche qui sarebbe riduttivo liquidare il fenomeno come una mera simulazione microscopica di uno Stato. Vi è molto di più.

Allora cos'è una micronazione?

Forse l'approccio più utile ad approssimare il concetto di micronazione è quello di introdurre preventivamente un altro concetto, la Finzione Giuridica.

Ecco lo spunto da cui partire:

-

"Per limitare le ripercussioni create dalla difformità tra realtà giuridica e realtà storica, la giurisprudenza ha creato il rimedio generale della finzione giuridica volto a tutelare l'affidamento in buona fede (art. 1358 c.c.) della parte ingannata dall'apparenza.

Nello specifico attraverso questo strumento:

si finge esistente ciò che in realtà non esiste o, viceversa, si finge inesistente ciò che in realtà esiste, affinché un determinato fatto storico possa produrre effetti giuridici, che, altrimenti, non scaturirebbero."[4]

-

Altra nota che contraddice la definizione di Graziani è che le micronazioni non sono necessariamente piccole, ve n'è una enorme, che superano persino un milione di cittadini!

Definizioni utili

Mentre un microstato è uno stato reale a tutti gli effetti, una micronazione è un fenomeno più recente che ne imita esteriormente alcuni aspetti formali. L'inconsistenza e il carattere velleitario (spesso apertamente ludico) distingue nettamente queste iniziative da ben più concreti tentativi di secessione o di autodeterminazione.

Oltre l'atlante

La rilevazione compiuta sulla rete Internet si è sovrapposta prima all'Atlante (Graziani, 2020), poi ad una meno approfondita Lista delle micronazioni (Wikipedia.it) - entrambi testi che sono risultati importanti per la stesura dell'articolo.

Le categorizzazioni operate da Graziani nell'atlante (2020) e da Wikipedia (nell'articolo Lista delle micronazioni) sono risultate del tutto inadatte allo studio del fenomeno delle micronazioni.

Nel presente rilevamento il parametro chiave adottato per classificare le micronazioni è stato la "Popolazione", il numero dei cosiddetti "Cittadini".

Dalla selezione sono state ignorate tutte le micronazioni non più esisitenti e quelle non enciclopediche, mentre sono incluse alcune non enciclopediche (una loro selezione arbitraria, con un'ottica geopolitica limitata).

Osservazioni preliminari

I progetti che portano al concepimento, nascita, crescita ed evoluzione delle micronazioni hanno quasi sempre un elemento chiave che li contraddistingue, l'atto di emancipazione con cui simulano o rivendicano più o meno apoditticamente un territorio. Costituiscono un'eccezione quelle micronazioni aterritoriali, cioè quelle che non includono l'elemento della rivendicazione.

Rilevazione sulla rete Internet delle micronazioni - anno 2022

I parametri analizzati nel campione di ricerca sono stati:

  • la bandiera
  • l'emblema (Coat of Arms)
  • il nome dato alla micronazione
  • la popolazione dichiarata dalla micronazione (o in seconda istanza quella documentata da terzi)
  • il territorio con riferimento all'atto di emancipazione
  • l'anno di fondazione
  • la presenza di un sito Internet della micronazione (Sito web ufficiale)

Precisazione sulle anomalie storiche e aspiranti Stati

Un piccolo numero di micronazioni hanno l'unico fine apparente di affermarsi come Stati sovrani. Molte di esse sono basate su anomalie storiche o su eccentriche interpretazioni di leggi. Sono micronazioni collocate in territori spesso limitati (e talvolta contesi) e sono tollerati o ignorati dalle nazioni da cui pretenderebbero una secessione.

Tabella 1: Dati di sintesi della Rilevazione sulla rete Internet delle micronazioni - 2022 a cura di Renato Ongania
Bandiera Emblema Nome Popolazione Territorio e atto di emancipazione Anno di fondazione Sito Internet
Asgardia flag.jpg 104x104px Asgardia 1 014 904 Nessun Territorio. Non appare alcun atto di emancipazione di territorio sul pianeta Terra, si rivendica lo Spazio. Creata dal presidente del comitato scientifico dello spazio dell'UNESCO, Igor Ashurbeyli. 2016 https://asgardia.space/it/pages/mission
Escudo Parva Domus.svg Parva Domus 843.297[5] Autoproclamata repubblica indipendente, è una micronazione per scopi sociali e di intrattenimento. Situato a Montevideo, in Uruguay. 1878 https://www.defactoborders.org/places/parva-domus
Coat of arms of the Conch Republic.png Repubblica Conch 68.071[6] Cominciò come una protesta dei residenti e degli esercizi commerciali delle isole delle Florida Keys contro il blocco stradale dello United States Border Patrol. Rimane come attrazione turistica. 1982 https://conchrepublic.com
Flag of Ladonia with contours.svg Coat of Arms of Ladonia.PNG Ladonia 27.000 Creata dall'artista svedese Lars Vilks come casa per le sculture create da lui in una riserva naturale a nord ovest della Scania 1980 https://www.ladonia.org
Wirtland Coat of Arms.png Wirtland 8.817[7] Wirtland è un esperimento di legittimità e autosostenibilità di un paese senza il proprio suolo, che trascende i confini nazionali senza violare o diminuire la sovranità delle persone coinvolte. 2008 http://www.wirtland.com
Flag of the Republic of Uzupis.gif Coat of Arms of the Republic of Uzupis.gif Užupis 7.000[8] Užupis è un quartiere situato in gran parte nel centro storico di Vilnius, in Lituania. Nel 1997, i residenti della zona hanno dichiarato una Repubblica di Užupis, con la propria bandiera, valuta, presidente e costituzione. 1997 http://uzhupisembassy.eu
Nova Roma Flag.svg Non presente Nova Roma 5.596[9] È una ricostruzione di una struttura politica ormai scomparsa per ricreare il passato. Ha coniato monete[10], e usa il latino come lingua ufficiale. Si prepone come fine ultimo la ricostituzione di una nazione sul modello della Repubblica romana.[11] 1998 http://www.novaroma.org/nr/Main_Page
101x101px 119x119px Antarcticland 3100[12] Comprendente le terre e le isole dell'Antartide che si estendono dal polo Sud al 60° S di latitudine e comprese tra le longitudini 90° W e 135° W, con un'area totale di 1.554.424 km², un poco meno del territorio occupato da Portogallo, Spagna, Francia, Italia e Svizzera messe insieme. Il territorio è stato reclamato alle Nazioni Unite con notifica legale in base al diritto jus gentium ed a quello di autodeterminazione dei popoli riconosciuto dalla Carta Magna delle NU da un discendente dello scopritore del continente di ghiaccio: Fabian Gottlieb von Bellingshausen 1821 https://www.antarticland-gov.org
non presente Whangamomona 01.png Repubblica di Whangamomona 3.000[13] Vennero ridisegnati i confini regionali, con la scusa della connessione alla rete idrica nazionale. Questi nuovi confini vedevano Whangamomona fare parte della regione di Manawatu-Wanganui. I residenti non concordavano, perché volevano continuare a fare parte della regione di Taranaki soprattutto per motivi legati alla rivalità tra le rispettive squadre di rugby regionali, e il 1º novembre 1989, risposero dichiarandosi indipendenti. La città continua a celebrare il Republic Day annualmente e contestualmente elegge democraticamente il presidente. 1989 https://whangamomonahotel.co.nz
Imperial State Signum of Atlantium.svg Atlantium 3.000[14] Based in Australia, it advocates for global governance: specifically, no borders and freedom of movement. 1981 https://www.atlantium.org
100x100px esiste solo integrato nella bandiera Repubblica Marittima di Eastport 2.500[15] Una zona della città di Annapolis nel Maryland, che si è "separata" dal resto della città. Esiste ancora come veicolo pubblicitario, e tiene un particolare evento in forma di tiro alla fune per scopi caritatevoli 1993 http://themre.org
115x115px Westarctica 2.150[16] Micronazione fondata da Travis McHenry che rivendica 1/8 del continente dell'Antartide. 2001 https://www.westarctica.info
non presente 100x100px Hay-on-Wye 2,000[17] Città del Galles che fu dichiarata indipendente dal bibliofilo Richard Booth, con intento pubblicitario al fine di promuovere la città come "città dei libri" 1977 https://www.hay-on-wye.co.uk
Flag of Christiania.svg Non presente Christiania 1.000[18] Copre quasi 8 ettari nel distretto di Christianshavn di Copenaghen (Danimarca). 1971 https://www.christiania.org
Flag of Liberland.svg Coat of Arms of Liberland.svg Libera Repubblica di Liberland 1.000[19] Fondata da Vít Jedlička[20][21] il 13 aprile 2015 in un territorio compreso tra Croazia e Serbia e non appartenente ai due stati[22][23]. 2015 https://liberland.org/en/
Brasao Sacro Imperio de Reuniao.jpg Reunion 900[24] Una micronazione fondata da studenti di giurisprudenza brasiliani come simulazione politica. Reunion ha un sistema politico molto attivo. Ha emesso passaporti, coniato monete ed è considerata una delle più importanti micronazioni lusofone. 1997 http://www.reuniao.org
Flag of Flandrensis.svg 131x131px Grand Duchy of Flandrensis 832 Cinque piccole isole delle coste dell'Antartide occidentale. Rivendicazione di Nicholas de Mersch d'Oyenberghe ha rivendicato le isole a suo nome inviando lettere alle Nazioni Unite e alle nazioni che firmarono il Trattato sull'Antartide (1959). 2008 https://flandrensis.com
Non presente
106x106px Repubblica di Frigolandia 600[25] Frigolandia è il progetto-sogno-realtà di una repubblica della fantasia, dell’arte e della creatività, laboratorio di ricerche e invenzioni su nuovi mondi possibili, città multipolare dell’Arte Maivista. Si trova a Giano dell'Umbria, PG. È una repubblica pensata da Vincenzo Sparagna ed Andrea Pazienza nel 1988, ed instaurata nel 2005 da Sparagna nel Comune di Giano dell'Umbria come "Repubblica della fantasia". 2005 https://www.frigolandia.eu
Flag of Principality of Aigues-Mortes.svg Armoiries Princières Format.jpg Principality of Aigues-Mortes 469[26] Il Principato di Aigues-mortes (francese: Principauté d'Aigues-Mortes) è una Micronazione originariamente creata per promuovere e sostenere le iniziative locali dell'omonima città, situata nel sud della Francia, 23 km a est di Montpellier. ​ 2011 https://www.principaute-aigues-mortes.com/english
Republic of Saugeais Coat of Arms.svg Repubblica di Saugeais (République du Saugeais) 466[27] Una Repubblica nel Dipartimento di Doubs in Francia, al confine con la Svizzera. La Repubblica è stata creata con le 11 municipalità di Les Alliés, Arcon, Bugny, La Chaux, Gilley, Hauterive-la-Fresse, La Longeville, Montflovin, Maisons-du-Bois-Lièvremont, Ville-du-Pont e la capitale Montbenoît. Ha avuto come "presidente" Georgette Bertin-Pourchet, eletta nel 2006, un "primo ministro" e numerosi "cittadini". È nata come scherzo tra un albergatore della zona ed un prefetto di passaggio. 1947 https://www.tourisme-loue-saugeais.com/la-republique-du-saugeais/lhistoire.html
100x100px 100x100px West Who 360[28] Una micronazione descritta come "una nazione divertente e felice". 1969 https://www.westwho.com
Sealand Coat of Arms.svg Principato di Sealand 350[29] È un sedicente principato situato al largo della costa della Gran Bretagna, in acque non territoriali, su una piattaforma antiaerea abbandonata della Seconda guerra mondiale. Occupata da un gruppo radio pirata nel 1967 come base per le proprie operazioni, la piattaforma è anche base operativa di HavenCo, un "paradiso informatico" per il web-hosting sicuro; ha ospitato anche Napster in uno dei periodi più discussi. 1967 https://sealandgov.org
Coat of Arms of the Principality of Seborga -vector.svg Principato di Seborga 297[30] In base alla presunta non annessione con documenti ufficiali, il Comune di Seborga, in Italia, è ritenuto da alcuni suoi abitanti un principato indipendente, in base a notizie risalenti al Medioevo e all'Età Moderna. Rispettano in ogni caso tutte le leggi italiane, comprese le tasse e il voto. 1963 https://www.principatodiseborga.com
Flag of the Kingdom of Talossa.svg 100x100px Kingdom of Talossa 212[31] Fondato a Milwaukee dal quattordicenne Robert Ben Madison nel 1979, proclamatosi re Robert I: a causa di una disputa sul suo controllo sulla politica interna di Talossa e sull'immigrazione, nel 1998 uscirono dal Regno alcuni membri, fondando il Free Commonwealth of Penguinea; nel 2004 questo gruppo si unì a un'altra serie di cittadini scontenti, che formarono la Repubblica di Talossa. Regno e Repubblica si riunirono più tardi (2012). 1979 https://talossa.com
100x100px 100x100px Bardo 200[32] Comune di Bardo, Piemonte. 2020 http://www.bardomicronation.eu
Ruritaniacoatofarms.jpg Kingdom of Ruritania 200[33] Il paese è iniziato come una pseudo-simulazione di una nazione immaginaria, nel 1967, ma si è evoluto (dopo Internet) in una micronazione con attività nel mondo reale. 1967 https://www.ruritania.net
100x100px Non presente Libera Repubblica di Alcatraz 193 Territorio vicino a Gubbio. 2009 https://www.jacopofo.com/libera-repubblica-alcatraz-costituzione
100x100px Lostisland 137[34] A differenza di molte altre micronazioni, Lostisland non pretende di essere uno stato sovrano, ma si definisce piuttosto un progetto culturale e sociale. 2008 https://lostisland.org
99x99px 115x115px Repubblica di Rino Island (República de Rino Island) 130[35] Micronazione sudamericana che rivendica l'isola del Podestà, Minnehaha, Emily e Rivadeneyra, al largo della costa del Cile, nell'oceano Pacifico. 2009 https://www.rinoisland.com
100x100px 100x100px Autonomous Zone Of Urside 117[36] Enclave della micronazione Ducato di Bardo. 2020 https://www.instagram.com/urside_micronation/
100x100px 125x125px Repubblica dei Poeti 110[37] Comune di Salento (SA) in una formula di meta-sovranità. Non appare alcun atto di emancipazione di territorio. 2022 https://www.wikipoesia.it/wiki/Repubblica_dei_Poeti
100x100px 109x109px Empire of Agber 108[38] Fondato per la prima volta come Principato di Kolios, il progetto è stato reinventato all'inizio del 1998 come l'Impero di Agber, con Kolios che è diventato una nazione all'interno dell'Impero. 1995 https://micronations.wiki/wiki/Empire_of_Agber
Transparent Arms of Austenasia.png Empire of Austenasia 106[39] Uno stato sovrano autodichiarato con sede nel Regno Unito. 2008 https://austenasia.com
Aerican Empire Logo.jpg Impero aericano 104[40] Micronazione fondata nel 1987 e nota per gli strani usi e costumi, la bandiera con lo smiley e la serie di festività nazionali che include la "Topin Wagglegammon". 1987 http://www.aericanempire.com
100x100px 137x137px Commonwealth of Dracul 98[41] Una micronazione nordamericana situata all'interno e circondata da Houston, in Texas. 2017 https://www.draculgov.com
Flag of Slabovia.svg 113x113px Slabovia 45[42] Slabovia esiste nei cuori, nelle menti e nei corpi dei suoi cittadini nobili e retti. 1984 http://www.slabovia.com


100x100px 100x100px Kingdom of Scone 40[43] Regno in miniatura governato da una monarchia e da un parlamento modellato sulla corona britannica e sul parlamento di Westminster. 2014 https://www.kingdomofscone.com
File angyalistan.jpg Angyalistan coat of arms.jpg Empire d'Angyalistan 36[44] Non ha un Territorio. Non appare alcun atto di emancipazione di territorio. 1999 http://www.angyalistan.com
Coat of arms of the Republic of Molossia.svg Repubblica di Molossia 30[45] Una micronazione di 2,5 ettari basata nel deserto vicino Reno (Nevada), creata dal suo presidente Kevin Baugh. Qui è ambientata la miniserie web "Kickassia", interpretata dal recensore americano Nostalgia Critic (Doug Walker) e altri youtuber famosi in America. 1977 http://molossia.org
100x100px 100x100px Autonomous State of Kirael

Kiraelin Autonominen Valtio

30[46] La Repubblica di Kirael è iniziata come una nazione capitalista, per poi diventare socialista il 19 ottobre 2020. Alla fine, Kirael ha aggiornato il suo stato economico riportandolo alla sua forma originale. 2020 https://micronations.wiki/wiki/Autonomous_State_of_Kirael
100x100px 139x139px Kingdom of Pibocip 20[47] Il regno di Pibocip è una micronazione molto piccolo situato nella regione nord-orientale dello stato americano dell'Ohio. 2020 https://micronations.wiki/wiki/Kingdom_of_Pibocip
Flag of Tavolara.svg Coat of Arms of Tavolara.svg Regno di Tavolara 15[48] Tavolara è un'isola della costa nord-est della Sardegna, che nel 1836 sarebbe stata riconosciuta come regno dal re Carlo Alberto di Savoia; "di fatto" rientrò nel territorio del Regno d'Italia, all'atto della proclamazione di quest'ultimo, il 17 marzo 1861. 1836 https://it.frwiki.wiki/wiki/Royaume_de_Tavolara
100x100px 100x100px Zaqistan 3 Un piccolo tratto di terra nella contea di Box Elder, una parte remota dello Utah, su cui il suo proprietario ha costruito monumenti. Ha anche rilasciato passaporti. 2005 http://www.zaqart.com/zaqistan/zaqistan.shtml
100x100px 100x100px Principality of Wy 2[49] Istituito da Paul Delprat durante una controversia con il consiglio locale del comune di Mosman a Sydney, New South Wales, Sydney sulla costruzione di un vialetto di accesso alla sua proprietà. 2004 https://principalityofwy.com
Flag of Akhzivland.svg non presente Akhzivland

מדינת אכזיב

1[50] È una "repubblica indipendente" auto-proclamata, stabilita dal marinaio hippy israeliano Eli Avivi su una spiaggia del Mediterraneo a Akhziv in Israele. Il fondatore è deceduto e rimane solo la moglie. 1971 https://en.wikipedia.org/wiki/Akhzivland


Fonte: Elaborazione propria (dott. Renato Ongania), luglio 2022.

Note

  1. https://commons.wikimedia.org/wiki/Pagina_principale
  2. Dottore in Relazioni Pubbliche e Comunicazione d'Impresa. Studente del Corso di Laurea Magistrale in Semiotica, Alma Mater Studiorum, Università di Bologna anno accademico 2021/2022.
  3. Graziani, Graziano. Atlante delle micronazioni (Compagnia Extra) (Italian Edition) (p.7). Quodlibet. Edizione del Kindle.
  4. https://www.giuridicamente.com/tra-apparenza-e-finzione-giuridica-la-buona-fede-durante-la-pendenza-del-contratto-condizionale/
  5. https://it.frwiki.wiki/wiki/Parva_Domus
  6. https://en.wikipedia.org/wiki/Conch_Republic
  7. http://www.wirtland.com
  8. https://micronations.wiki/wiki/Republic_of_Užupis
  9. http://www.novaroma.org/nr/Citizen_(Nova_Roma)
  10. Coin (Nova Roma) - NovaRoma
  11. https://en.wikipedia.org/wiki/Nova_Roma
  12. https://www.antarticland-gov.org
  13. https://whangamomonahotel.co.nz/about-us/
  14. https://en.wikipedia.org/wiki/Empire_of_Atlantium
  15. https://en.wikipedia.org/wiki/Maritime_Republic_of_Eastport
  16. https://www.westarctica.wiki/index.php?title=Westarctica
  17. https://www.hay-on-wye.co.uk/information
  18. https://www.liberecomunita.org/index.php/micronazioni/153-libera-citta-di-christiania
  19. https://it.wikipedia.org/wiki/Liberland
  20. La Republica - Liberland, lo Stato minuscolo ha deciso: sarà ecosostenibile e carbon free
  21. Il Corriere della Sera - Vit, il fondatore dello Stato libero di Liberland: 7 km quadrati e no tasse
  22. Il Giornale - Liberland, uno Stato senza tasse nato tra la Serbia e la Croazia
  23. Osservatorio Balcani e Caucaso TransEuropa - Liberland: la terra di tutti e di nessuno
  24. https://en.wikipedia.org/wiki/Holy_Empire_of_Reunion
  25. https://it.wikipedia.org/wiki/Repubblica_di_Frigolandia
  26. https://www.principaute-aigues-mortes.com/english
  27. https://www.tourisme-loue-saugeais.com/la-republique-du-saugeais/lhistoire.html
  28. https://micronations.wiki/wiki/Republic_of_West_Who
  29. https://www.newsfirst.lk/2020/12/13/exclusive-sealand-a-micronation-selling-noble-titles/
  30. https://en.wikipedia.org/wiki/Principality_of_Seborga
  31. https://italiawiki.com/pages/geografia-del-wisconsin/regno-di-talossa-reclami-lingua-cittadinanza-repubblica-di-talossa-esterno.html
  32. Informazione acquisita mediante la chat di FB della pagina ufficiale il giorno 11 luglio 2022. Nel 2020 i cittadini dichiarati erano 80:https://www.unionemonregalese.it/2020/12/23/un-ducato-a-torre-la-micronazione-intenzionale-del-bardo/
  33. https://micronations.wiki/wiki/Kingdom_of_Ruritania
  34. https://lostisland.org
  35. https://micronations.wiki/wiki/Republic_of_Rino_Island
  36. Stima sulla base dei follower account Instagram.
  37. https://micronations.wiki/wiki/Republic_of_Poets
  38. https://micronations.wiki/wiki/Empire_of_Agber
  39. https://en.wikipedia.org/wiki/Austenasia
  40. https://aericanempire.com/census2022.html
  41. https://micronations.wiki/wiki/Commonwealth_of_Dracul
  42. http://www.slabovia.com/wiki/pmwiki.php?n=Site.Slabovia
  43. https://www.kingdomofscone.com
  44. https://micronations.wiki/wiki/Empire_of_Angyalistan
  45. https://travelnevada.com/weird-nevada/republic-of-molossia/#:~:text=With%20a%20reported%20population%20of,has%20just%20about%20everything%20else.
  46. https://micronations.wiki/wiki/Autonomous_State_of_Kirael
  47. https://micronations.wiki/wiki/Kingdom_of_Pibocip
  48. Intervista al Re.
  49. https://www.wikisemiotica.it/wiki/Semiotica_delle_MicroNazioni?veaction=edit&section=5#Anomalie_storiche_e_aspiranti_Stati
  50. https://www.bbc.com/news/world-middle-east-44142794


Bibliografia

Ringraziamenti

Libere Comunità

Libere Comunità è la pagina ufficiale Facebook del gruppo libertario di discussione sul tema delle comunità intenzionali nelle loro varie forme (ecovillaggi, micronazioni, transition towns, zone temporaneamente autonome, federazioni, città-stato, etc.). Sito: http://liberecomunita.org/

Wikimedia Commons

Wikimedia Commons (o più semplicemente "Commons") è una repository di file multimediali che consente a chiunque di accedere a contenuti educativi nel pubblico dominio e con licenza libera (immagini, suoni, videoclip), nella propria lingua. Funge da comune archivio per i vari progetti della Wikimedia Foundation, ma non è necessario appartenere ad uno di questi progetti per usare i file multimediali ospitati qui. La repository è creata e gestita da volontari, non da artisti pagati. Lo scopo di Commons è definito nelle pagine degli scopi del progetto. Wikimedia Commons usa la stessa wiki-tecnologia di Wikipedia e chiunque può modificare le pagine. A differenza dei file multimediali caricati in altri progetti, i file caricati su Wikimedia Commons possono essere usati direttamente nella pagine di tutti i progetti Wikimedia, senza la necessità di caricarli separatamente.